2013

#RadioCinqueDay 2013- Parte 1: L’idea (folle).

#RadioCinqueDay 2013- Parte 1: L’idea (folle).

Cosa è il #radiocinqueday? Probabilmente non è possibile dare una risposta univoca e corretta, una definizione che accontenti tutti, chi c’era, chi ne ha sentito parlare, chi non sa neanche di cosa stiamo parlando ed infine chi lo ha organizzato.

Come dice il nome, l’evento nasce come una giornata all’insegna della musica, portata gratuitamente in una piazza della città di Siena da una radio locale emergente. E fino a qui, la definizione mi pare concisa, corretta, sintetica. Ma con questo articolo vorrei parlarvi di quello che in realtà è stato il RADIOCINQUE DAY, per noi che lo abbiamo organizzato, prima, durante e dopo.

L’idea nacque dalla mente più brillante del gruppo ( più brillante per quanto riguarda questo tipo di lavoro ovviamente…), il quale ci convocò per metterci al corrente di questo barlume di progetto. E come poteva iniziare se non con una cena? Tutte le cose migliori nascono con una cena, soprattutto se a base di pesce ed annaffiata abbondantemente con dell’ottimo vino bianco fresco.. Il progetto nacque lì, la scelta tra i vari artisti che erano a disposizione, la location, chi contattare, cosa fare ecc. ma ovviamente pur sapendo la difficoltà dell’impresa, eravamo molto carichi e “gasati” per quello che, probabilmente, avremmo fatto.

In un mese circa, qualcosa di più mi pare, mettemmo lentamente a posto tutti i tasselli del nostro puzzle, che ovviamente era fragile come carta velina a causa delle 650.737 cose che si devono fare per organizzare eventi di questo genere. Pur avendo contatti per vari artisti da chiamare a suonare, scegliemmo il Principe Maurizio Vandelli, componente degli Equipe 84, collaboratore di grandi nomi della musica italiana, come Lucio Battisti, perché riassumeva un po’ quello che erano le nostre necessità, di unire il vecchio con il nuovo, di riportare quel suono un po’ vintage, che caratterizza anche la radio in FM, nelle strade della città, e perché volevamo un grande nome della storia della musica italiana.

La scelta delle band locali da fare esibire è stata semplice. Volevamo con questo evento Dare l’opportunità di esibirsi alle band locali del senese, per la difficoltà enorme che riscontra la musica dal vivo nella nostra bellissima città. Ed essendo noi dei grandi amanti della notte sulla pietra serena ed assidui frequentatori di locali che offrono live music, contattammo le band migliori che avevamo avuto l’opportunità di ascoltare, conoscere ed apprezzare, le migliori band della città, in una maratona musicale, un sogno, il massimo del divertimento per una giornata di rock. Così Jaguari, Matteo Frusciante e i Lady Ramona Revival Band, Fonzie e la Gang Band, Fotonik, tutti sul nostro palco, ancora virtuale.

I giorni precedenti furono un vero incubo. La ricerca dei fonti e delle pubblicità, i conti, la programmazione dell’evento, le difficoltà burocratiche, le prove, i calcoli, i numeri, le persone da chiamare, i colpi di fortuna, la sensazione di non farcela. Le ore di sonno ridotte a 2/3/4 a notte, cene saltate, sigarette divorate con occhi rossi e mal di testa, discussioni. Persone veramente provate dall’organizzare un evento musicale gratuito. E venne il giorno.988275_313333932131723_2112298319_n 182950_313015648830218_1610697197_n 248104_313015538830229_1528334184_n

radiocinque

maggio 19th, 2013

No Comments