News

How Big, How Blue…..How Florence!

How Big, How Blue…..How Florence!

Manca poco meno di un mese alle due date italiane del tour di una delle band più in voga degli ultimi anni, il 13 aprile a Bologna (Unipol Arena) ed il giorno successivo a Torino (Pala Alpitour).

Li troviamo spesso in rotazione su Radio Cinque: andiamo a conoscerli meglio. 

I The Florence + The Machines si formano nel 2008 a Londra, nei sobborghi della grande metropoli. The Machine è la band d’accompagnamento di Florence Welch (frontwoman del gruppo) , ed attualmente è formata da Robert Ackroyd (chitarra), Christopher Lloyd Hayden (batteria), Isabella Summers alias Isabella Machine (tastiera), Mark Saunders (basso) e Tom Monger (arpa).

 Il nome della band prende spunto da quello del duo indie Florence Robot & Isa Machine precedentemente costituito dalla stessa Florence Welch ed Isabella Summers (l’attuale tastierista). I Florence and the Machine sono coordinati da Mairead Nash, una delle componenti del duo di DJ Queens of Noize.

4441499589_66e0eea45a_m La manager decise di dirigere il gruppo quando, in un club Londinese, Florence completamente ubriaca la seguì alla toilette e le cantò la canzone Something’s Got a Hold On Me di Etta James. Immaginatevi la scena di una “oscillante” stangona dai capelli rossi, che con fare avvinazzato e con l’indice puntato in viso alla Nash, tira fuori la sua voce da 3 ottave e tre note, in un lurido cesso Londinese…

Il primo disco “Lungs” esce nel 2009, e nel giro di un mese vende 100.000 copie, annovera tra i grandi successi “Dog Days Are Over”, “Cosmic Love” e “You’ve Got The Love”, brani utilizzati tra l’altro per numerose serie TV e per colonne sonore di film. Infatti questa band è sempre stata spinta molto dalla TV sia per colonne sonore sia per sponsorizzazioni della BBC, ma soprattutto si distinguono dalla marea di band indie e pseudo-indie che circolano negli anni 2000,  per le esibizioni live, prima come gruppo spalla ad artisti del calibro degli U2, i Blur, MGMT, poi con la partecipazione a numerosissimi festival europei.

Il secondo disco vede la luce nel 2011, la band vi stava lavorando già dal 2010, a mezzo tra Inghilterra ed America, per gli impegni di Tournee ed esibizioni live. Sonorità più mature e cupe, richiamanti il gotico, che prendono vita nei singoli di maggior successo come “Shake it out”, “Lover sto Lovers”, “Spectrum” e “Never let me go”.

Finalmente nel febbraio 2015 esce “How Big, How Blu, How Beautiful” che ci sta piacendo veramente “un botto”, a partire dalla title track, passando per “Delilah”, “Ship to wrecked”, fino a “Queen of Peace”. Già da qualche mese li potete trovare on-air su 88.7.

Florence Welch e la sua “Macchina” si presentano come una delle migliori band e performer live degli ultimi dieci anni: fresca, anticonformista, ma ben radicata nella tradizione musicale che parte dal blues e che arriva all’indie rock. Temi classici come amore, morte, tempo e sofferenza. Forse una band un po’ costruita, un prodotto delle major, ma signori, al giorno d’oggi, chi può dire di essere totalmente genuino, spontaneo, immacolato?!
Per noi, quello che conta, è ciò che regala al livello emozionale. Le aspettative per un suo live sono veramente tante.
Un concerto di quelli da non perdere, e per esserne sicuri siamo andati a cercare la probabile scaletta: 

 What the Water Gave Me

 Ship to Wreck 

Shake it Out 

Bird song Intro 

Rabbit Heart (Raise it Up) 

Delilah 

You’ve got The Love 

How Big, How Blue, How Beautiful 

Cosmic Love 

Long & Lost 

Mother 

Queen of Peace 

Spectrum 

Dog Days Are Over 

What Kind of Man 

Drumming Song

Vi abbiamo fatto incuriosire? Vi faremo sapere come andrà il concerto, intanto state collegati al nostro sito internet, alla nostra pagina Facebook per continui aggiornamenti. Perché RadioCinque è viva, in costante innovazione, ma soprattutto vicina a tutti voi…! 

Matteo Pagliantini

marzo 29th, 2016

No Comments